Quanti motivi ci vogliono per andare in Spagna?

La Spagna è molto simile all’Italia sia dal punto di vista culturale, sia dal punto di vista paesaggistico e naturale, e per questo uno si chiede perché dovrei andare in vacanza in Spagna piuttosto che in una località più esotica? Ci sono varie ragioni per cui vale la pena di visitare la Spagna e qui ve ne elencherò solo qualcuna …poi sta anche a voi trovare la vostra ragione personale.    
 
1) La lingua – se non parlate nessuna lingua straniera, in Spagna ve la potrete cavare. L’italiano e lo spagnolo sono molto simili. Se un italiano e uno spagnolo comunicano l’uno con l’altro esclusivamente nella propria lingua natale, riusciranno a comprendere almeno l’80 per cento di quello che si dicono (così si dice) ricordatevi che comunque se vi sforzerete di dire almeno una parola in spagnolo, potete stare certi che il vostro interlocutore farà di tutto per farsi capire.

2) Prezzi dei trasporti – recarsi in Spagna  dall’Italia oggigiorno è abbastanza economico, grazie al proliferare di vari voli ‘low cost’ come Ryan Air, Easy Jet, Vueling, ecc.. Se poi abitate nel nordovest dell’Italia potete anche guidare o andare nel nord della Spagna in treno senza troppe difficoltà.

3) La cultura e l’arte – anche se la Spagna e l’Italia sono simili culturalmente, ci sono delle differenze stilistiche ed architettoniche per cui vale la pena di esplorare la Spagna ed andarci in vacanza. Per esempio, il sud è interessante da vedere per il suo retaggio arabo; Barcellona vanta l’architettura unica di Gaudì (un esempio notevole è la Sagrada Familia); a Madrid potete visitare il museo del Prado, il Reina Sofia ed il Thyssen Bornemisza che custodiscono pregevoli opere e manufatti di notevole valore storico ed artistico. 

4) Il clima – se non vi piacciono i climi rigidi e volete andare in vacanza in un luogo che non sia l’Italia, ma che non sia troppo lontano, la Spagna è la destinazione ideale. Il clima è mite e mediterraneo lungo tutta la costa. Se cercate un clima piacevole ma non troppo caldo in estate, il nord (Asturie,Cantabria, Galizia e Paesi Baschi) è un po’ più fresco e il paesaggio è molto verdeggiante.

5) Il cibo – la cucina spagnola è una cucina mediterranea e saporita, in cui si usano molte verdure ed olio d’oliva. Tra i piatti tipici si possono menzionare la famosa ‘paella’ di Valencia le tapas, formaggi e salumi quali il ‘queso manchego’ e l’jamon serrano. La cucina spagnola varia molto in base alla zona in cui ci si trova: si va dalla cucina del nord ricca di verdure, pesce, latticini e selvaggina, alla cucina della Spagna meridionale con le sue influenze arabe che fa ampio uso di spezie, olive, agrumi e riso. Non bisogna poi dimenticare i vini che sono ottimi, in special modo il vino rosso di Rioja e il Cava (simile al nostro spumante).